07 ottobre 2017

Tutto pronto per la Gran Fondo Il Lombardia

La Granfondo Il Lombardia è alle porte!

 

Ultime ore di attesa per la Granfondo Il Lombardia: il centro di Como, mentre attende l’arrivo della Classica delle foglie morte  è animato da decine di amatori pronti a confrontarsi, domani, sui 110 km della prova a loro dedicata. In piazza del Duomo fervono le operazioni di iscrizione dei ritardatari (sarà possibile iscriversi sino alle 19 di oggi) e di ritiro dei pacchi gara. Saranno oltre mille i partecipanti e molti di loro (oltre un terzo del totale) arrivano dall’estero. Ad attirarli sulle rive del Lario è sicuramente il fascino del Lombardia, con le sue 111 edizioni disputate. Lo confermano Javier Salvator, Lorenzo Villacampa e Sergio Sanz Buisac, arrivati dalla Aragon, in Spagna: “Amiamo il ciclismo e abbiamo disputato gran fondo un po’ ovunque, in Europa:  ovviamente in Spagna, poi in Francia e Germania; questa è la seconda esperienza in Italia, dopo la Strade Bianche di quest’anno. Pedalare sulle stesse strade dei professionisti è un’emozione unica”. Da veri appassionati, tifano per tutti i ciclisti: “Ovviamente amiamo in particolare gli Spagnoli, ma tutti meritano il nostro applauso, soprattutto coloro che sanno attaccare e dare spettacolo, come Sagan, Landa, Uran e, fino a qualche settimana fa, Contador. Il suo ritiro è una grande perdita per il ciclismo”.

 

Ritiro dei pacchi gara

I pacchi gara saranno distribuiti, presso il loggiato di Palazzo Broletto (in piazza Duomo) fino alle 19 di oggi, sabato 7 ottobre, e domattina prima del via, dalle 6 alle 7.

Gli iscritti come “Individuali” che dovranno ritirare la Tessera Giornaliera (15€ il costo) potranno rivolgersi allo sportello a loro dedicato prima di ritirare il pacco gara presentando il certificato medico agonistico, specifico per il ciclismo (non saranno sono ritenute valide le tessere Fitri né i certificati medici per il Triathlon).

 

25 km al fianco di Cadel Evans

Un’ottantina di fortunati hanno avuto, questa mattina, l’opportunità di percorrere 25 km, sul tratto finale del Lombardia, assieme a Cadel Evans, Campione del Mondo 2009 e oggi ambasciatore di Tag-Heuer, offical timekeeper del Lombardia. “E’ sempre bello pedalare su queste strade – ha detto dopo l’arrivo il campione australiano – anche perché proprio qui da Como ha preso il via la mia ultima gara da professionista in Europa, il Lombardia di due anni fa”. Oggi Evans pedala per passione (“Non quanto vorrei… non arrivo a 10mila km all’anno”) e segue il figlio Robel, 7 anni, che è appassionato di MTB: “Proprio oggi ha l’ultima lezione del corso e sto correndo da lui. Poi andremo assieme due settimane in Israele e avremo l’opportunità di pedalare insieme”.

Per Evans il mondo delle gran fondo ha un fascino particolare: “E’ un ambiente nel quale mi trovo a mio agio, mi piace stare con la gente e noto molto affetto attorno a me. Ho dato molto al ciclismo e il ciclismo mi ha dato molto. Credo che gli appassionati, quando un atleta conclude la sua carriera, tirino le somme e giudichino tutti gli anni in gruppo. Quello che mi dicono mi fa capire che ho saputo trasmettere loro molto, quando ero un corridore”.

 

Parcheggi:

Qui di seguito alcune zone dove sarà possibile posteggiare le auto a Como, nelle vicinanze della partenza e dell’arrivo.

 

  • Piazzale San Gottardo
  • Viale Innocenzo XI e in Viale Roosevelt
  • Viale Varese
  • Viale Lecco
  • Parcheggio a pagamento in Via Venini (Stazione San Giovanni)
  • Autosilo quarto ponte viale Innocenzo
  • Autosilo Centro Lago in Via S.Elia-Via Recchi
  • Autosilo Comunale in Via Auguadri
  • Autosilo Val Mulini via dei Mulini
  • Autosilo delle Terme viale Lecco

 

Rispetto del codice della strada

Gli organizzatori ricordano a tutti i partecipanti che dopo il “Termine gara”  è fondamentale il rispetto delle norme del Codice della strada. I privilegi riservati ai granfondisti durante la prova terminano, in maniera inderogabile, con il passaggio del veicolo di fine corsa e da quel momento tutti sono chiamati a rispettare le regole della quotidiana circolazione sulle strade (l’auto con il cartello “FINE MANIFESTAZIONE” è un mezzo predisposto dall’organizzazione che segue l’ultimo partecipante).