08 ottobre 2017

La Gran Fondo è partita!

E’ scattata questa mattina alle 7.30 la Granfondo Il Lombardia: i partecipanti si stanno confrontando sui 110,3 km che ripercorrono in gran parte l’ultima parte del tracciato del Lombardia corso ieri, che ha visto il secondo successo di Vincenzo Nibali sul Lungolago di Como.

 

I numeri della Granfondo Il Lombardia

La prova che si sta correndo ha raccolto atleti di ogni età e provenienza.

Buona la presenza femminile (una quarantina le iscritte) e, fra gli Italiani, a far la parte del leone sono i lombardi (oltre un terzo dei partecipanti). I Comaschi (93), giocando in casa, sono i più numerosi, seguiti dagli iscritti che provengono dalle province di Milano (89) e Varese (44). La più rappresentata delle province extralombarde è Reggio Emilia, poi Torino e Aosta.

 

Per quanto riguarda le iscrizioni dall’estero, i più numerosi sono gli Inglesi (90), gli Svizzeri (66) e i Tedeschi (24). A dimostrazione del valore globale della  Granfondo Il Lombardia è da segnalare il fatto che sono presenti atleti di tutti i continenti, eccetto l’Africa. Ben 25 le nazioni rappresentate: oltre all’Italia, sono giunti appassionati da Argentina, Australia, Belgio, Canada, Colombia, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Francia, Inghilterra, Germania, Israele, Lettonia, Olanda, Norvegia, Nuova Zelanda, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Thailandia e Ucraina.

 

I team: sono ben 417 quelli presenti, con il Pedale Feltrino che spicca fra tutti, con la rappresentativa più numerosa (11 atleti)

 

Linea verde e veterani

 

Tutti i partecipanti meritano un applauso: visto che è impossibile citarli singolarmente, ci limitiamo a segnalare alcune presenze particolari; i più giovani e i veterani tra gli iscritti. Il più giovane in assoluto è il Belga Tom Van Vuchelen, classe 1999, mentre tra le ragazze la palma della più giovane va a Ilaria Leoni, che il mese scorso ha compiuto 21 anni.

Sull’altro fronte troviamo Giuliano Balestri, 71 anni a novembre, e Lisa Ferreira, 58enne.

Una curiosità: Andrea Musumeci festeggia proprio oggi il suo compleanno; pedalando taglierà anche il traguardo dei 40 anni.

 

Un giornalista “sul campo”

 

Fra le cronache della Granfondo Il Lombardia sicuramente ce ne sarà una particolare: quella di Andrea Berton, penna della Gazzetta dello Sport, che potrà raccontare la corsa dopo averla disputata: è infatti fra gli iscritti e sta pedalando sulle salite del Ghisallo, di Sormano e del Civiglio. “Ho da sempre una passione sviscerata per il ciclismo e quest’anno ho percorso attorno ai 10mila km. Ho al mio attivo qualche gran fondo e spero di fare un tempo entro le quattro ore, anche se l’obiettivo principale non è il tempo, ma divertirmi. Certo che… dopo aver visto ieri Nibali sul Civiglio, diventa un obbligo provare a fare quella salita a tutta”

 

Dalla scrivania alla sella

 

Pronto a misurarsi con gli altri partecipanti, anche Paolo Bellino, direttore generale di Rcs Sport: “Sono alla mia quarta gran fondo e non potevo perdere questa occasione: una gara bellissima in uno stupendo scenario. Sul risultato finale non mi faccio illusioni: ieri ho provato il Civiglio ed è stata dura. Non oso immaginare cosa sarà il Muro di Sormano!”. Per Bellino la  Granfondo Il Lombardia rappresenta anche il momento per tirare le somme sulla stagione 2017 delle prove amatoriali organizzate da RCS Sport e RCS Active Team: “Abbiamo notato una crescita di questo settore della nostra attività, il che è molto positivo. Continueremo anche in futuro a investire in qualità, grazie alla grande organizzazione che abbiamo alle spalle. Il numero di partecipanti di oggi lo considero molto buono, considerando che è la prima edizione: l’obiettivo è portare anche questa prova al livello della Strade Bianche, che è di assoluta eccellenza”.

 

<< RISULTATI LIVE >>